Home / Dolci / Castagnole

Castagnole

Siamo a metà Febbraio e sulle nostre tavole non possono mancare i tipici dolci di Carnevale, le Castagnole, buonissime frittelle conosciute ed apprezzate in tutta Italia. Sono delle piccole palline morbidissime, della grandezza di una castagna, da qui il loro nome castagnole. Sono buonissime e la tradizione vuole il limone e l’anice come aroma, ma le mie sono aromatizzate da rum e scorza d’arancia anche perché, qui dalle mie parti, le facciamo così. Le castagnole, però, sono molto versatili. Si possono cucinare con della ricotta o fare delle frittelle ripiene con della crema pasticciera. Infine, una volta fritte, si possono passare nel miele o colorarle con alchermers. Tutto dipende dalla fantasia o dalla tradizione. Cosa c’è di meglio, la domenica pomeriggio, magari dopo un pranzo in famiglia, di farsi tentare da queste frittelle di Carnevale? Vi assicuro che una tira l’altra ed in poco tempo vi renderete conto che la quantità preparata sarà sempre inferiore alle aspettative, quindi, vi consiglio di farne in abbondanza, anche perché, nel caso avanzassero, si conservano per almeno 3 o 4 giorni. Dite la verità, vi ho convinti, vero? Se volete provare un’altra ricetta di Carnevale, lasciatevi tentare anche dalle mie pettole dolci oppure dalle classicissime chiacchiere di Carnevale.

Castagnole

Castagnole

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
6/8 persone Facile 20 minuti + 30 minuti di riposo €3,00

Ingredienti: Preparazione:
  • 250 g. farina 00
  • 2 uova
  • 70 g. di zucchero
  • 60 g. di burro
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bicchierino scarso di rum
  • scorza grattugiata di 1 arancio
  • olio di arachidi q.b
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo q.b.
  1. Mescolate in un contenitore la farina setacciata, lo zucchero, il pizzico di sale, il lievito e la scorza di un arancio. Aggiungete poi il rum e le uova intere ed impastate. Per ultima cosa aggiungete il burro freddo a pezzetti e formate una palla un po’ appiccicosa.
  2. Fate riposare 30 minuti in frigorifero.
  3. Mettete l’impasto su di una spianatoia cosparsa di farina, prelevate un po’ d’impasto e fate dei rotolini lunghi dai quali ricaverete delle piccole palline.
  4. Accendete la padella con l’olio non troppo bollente, e friggete. Una volta dorate, le castagnole saranno pronte.
  5. Cospargete con dello zucchero a velo e servite.
  6. PS: Si conservano in un sacchetto di carta per 3/4 giorni.
Print Friendly

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*