Home / Conserve / Confettura di mele, kiwi e zenzero
Confettura di mele, kiwi e zenzero

Confettura di mele, kiwi e zenzero

Questa confettura di mele, kiwi e zenzero ha la sua piccola storia. In effetti non nasce come una conserva, ma come centrifugato. La scorsa estate lo assaggiammo in un bar e da allora è diventata la nostra bevanda estiva preferita. Da qui è nata l’idea di farne una confettura e di provare a vedere se funzionava anche in questa forma. L’esperimento è perfettamente riuscito. Il risultato è stato una confettura deliziosa e molto aromatica, buonissima per la colazione, magari da spalmare sulle fette biscottate, ma altrettanto buona da accompagnare ai formaggi stagionati. Insomma, una conserva buona e versatile che, grazie alle mele, i kiwi e lo zenzero, alterna al palato retrogusti dolci e piccanti.

Confettura di mele, kiwi e zenzero

Confettura di mele, kiwi e zenzero

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
4 persone Facile 110 minuti € 4,00

Ingredienti: Preparazione:
  • 7 mele con la buccia
  • 7 kiwi
  • 10 cm di zenzero fresco
  • 1 limone
  • 300 gr. di zucchero di canna
Sterilizzate in forno 4 vasetti di media grandezza a 100° per 30 minuti. Spegnete poi il forno e dopo qualche minuto inserite i tappi e lasciateli in forno fino a che quest’ultimo si sia raffreddato.

Lavate le mele e tagliatele a tocchetti piccoli tenendo la buccia, perché contiene la pectina che farà da addensante.

Sbucciate i kiwi e tagliate anch’essi a tocchetti.

Versate il tutto in una pentola con lo zucchero, il succo di un limone spremuto e 200 ml d’ acqua.

Grattugiate lo zenzero.

Alzate la fiamma e portate a bollore. A questo punto abbassate la fiamma e cuocete per 1 ora e 30 minuti mescolando di tanto in tanto.

Trascorso il tempo, verificate che la confettura sia pronta. Mettetene un cucchiaino su di un piattino, ponete quest’ultimo in verticale e, se la confettura rimane ferma o scivola molto lentamente è pronta altrimenti ha bisogno di ulteriore cottura.

Una volta pronta, prima di travasarla nei vasetti sterilizzati, passatela con un frullatore ad immersione.

2 commenti

  1. Uaaaahhhhhhh delizioseeeee!!!!!!

    • Grazie e ben ritrovata, è molto particolare e si abbina sia alla prima colazione , ma anche con i formaggi stagionati ciaooo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*