Home / Antipasti / Crostini di pane carasau con crema di fave e pecorino
Crostini di pane carasau con fave e guanciale

Crostini di pane carasau con crema di fave e pecorino

E’ arrivata l’estate e con questo caldo preferisco preparare piatti freddi oppure non troppo elaborati, anche perché, in tutta sincerità, il periodo non è proprio l’ideale per stare dietro ai fornelli. Nonostante tutto, però, faccio comunque del mio meglio per trovare sempre nuovi spunti e nuove idee sfiziose in cucina.
Oggi, per esempio, aprendo la dispensa ed il frigorifero, mi sono balzate all’occhio alcune cose che avevo acquistato ultimamente, le quali, mi hanno messo in testa un’idea a cui non ho saputo resistere. Ci ho pensato su un attimo e ho deciso di fare una cosa facile e buona; una di quelle ricette che ti verrebbe voglia di provare proprio quando si avvicina la bella stagione.
Di cosa parlo? Si tratta di squisiti crostini con pane carasau, farciti con crema di fave, pecorino e guanciale, che accompagno, semplicemente, ad una insalatina mista arricchita con un tocco di frutta secca e condita con un filo d’olio extravergine di oliva. In questo modo appago il palato e mi tengo abbastanza leggera.
Questi crostini rappresentano una ricetta facile, veloce, sfiziosa e molto appagante, che scaturisce dal magico connubio tra Lazio e Sardegna ed è realizzata con favolosi prodotti regionali d’eccellenza.
La base dei miei crostini, naturalmente, è il pane Carasau, tipico pane sardo, fatto con semola di grano duro e acqua; sottile e croccante, molto versatile ed originario della Barbagia. La farcitura, invece, è composta dalle fave saltate in padella con il guanciale che, per l’occasione, utilizzo in una doppia veste. La maggior parte di questi due ingredienti, infatti, li frullo insieme, fino a formare una crema ben bilanciata dalla dolcezza delle fave e dalla sapidità del guanciale, ma una parte di essi, invece, li tengo da parte e li utilizzo interi per avere, alla fine, uno speciale contrasto di consistenze. Una volta ottenuta la farcitura principale, il più è fatto. A questo punto devo soltanto adagiare un bel pezzo di pane carasau sul piatto di portata, aggiungere le fave ed il guanciale prima in forma cremosa e poi in versione saltata ed infine cospargere il tutto con un po’ di scaglie di sua maestà, il pecorino. Uno di quei formaggio che adoro all’inverosimile e che se potessi, mangerei tutti i giorni…Se potessi, ma no posso! E così me lo godo di tanto in tanto, in piccole quantità e solo in occasioni speciali!
Come avrete sicuramente intuito, questi crostini con pane carasau, sono chiaramente ispirati ad un piatto della classica tradizione gastronomica romana, ovvero la pasta con fave e pecorino, ma la presenza del pane carasau ed il fatto che il pecorino sia sardo e non romano, rendono questo delizioso antipasto un perfetto crossover culinario in grado di soddisfare qualsiasi palato. Come potrebbe essere altrimenti per un piatto semplice, ma che sfrutta allo stesso tempo la croccantezza del pane carasau, la cremosità della crema di fave e la sapidità del pecorino sardo? Beh, la risposta mi pare abbastanza ovvia! Provare per credere, come direbbe qualcuno!
I crostini sono alla base degli antipasti della tradizione gastronomica italiana, sono ideali da proporre come aperitivo, come gustosi antipasti o per il brunch della domenica. Se volete realizzarli per un buffet, sono una soluzione stuzzicosa ed insolita, che i vostri ospiti non faticherebbero ad apprezzare. Se poi al vostro buffet voleste aggiungere qualche altra simpatica ricetta delle mie, ricordate i Vol au vent con crema di ceci e bacon che ho avuto modo di proporvi un po’ di tempo fa? Anche questi ultimi rappresenterebbero una ricettina facile e veloce che sulla vostra tavola farebbe un figurone. Dategli un’occhiata.

Torta Pasqualina con uova di quaglia

Torta Pasqualina con uova di quaglia

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
4 persone Facile 20 minuti €5,00

Ingredienti: Preparazione:
  • 250 g di fave in scatola già cotte
  • 4 pezzi grandi di pane Carasau
  • 100g di guanciale
  • 70g  pecorino sardo a scaglie
  • 4 cucchiaio di olio evo
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  1. In una padella con un filo d’olio, rosolate il guanciale con l’aglio tritato molto finemente. Quando il guanciale sarà diventato trasparente, aggiungete le fave e saltate per 5 minuti, fino ad insaporire il tutto. Aggiustate di sale, se serve, ed aggiungete un bel cucchiaino di pepe nero.
  2. Lasciate da parte un paio di cucchiai di fave e guanciale e mettete tutto il resto in un frullatore ad immersione.
  3. Emulsionate aggiungendo l’olio a filo, fino a raggiungere la cremosità desiderata.
  4. Spezzate il pane carasau formando dei crostini, adagiate sopra un cucchiaio di crema, poi un po’ di fave e guanciale interi e per ultimo cospargete i crostini con una generosa spolverata di pecorino sardo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*