Home / Salse / Pesto alla genovese

Pesto alla genovese

Chi non conosce il pesto alla genovese? La salsa ligure famosa in Italia e nel mondo, a base di basilico,  pinoli, grana ed  olio extra vergine di oliva, molto aromatica e profumata, eccezionale nei piatti tipici della cucina ligure, come ad esempio le mitiche trenette al pesto, ma spettacolare anche con piatti a base di pesce, o perché no, anche con piatti dove, magari,  non verrebbe in mente di utilizzarlo, come, ad esempio, le lasagne al pesto che ho preparato un po’ di giorni fa, ricordate? Il pesto alla genovese è molto semplice da preparare. La tradizione vuole che venga fatto con il mortaio, ma io, per la ricetta di oggi, l’ho realizzato utilizzando un frullatore ad immersione perché mi è stato chiesto più volte di presentare  una ricetta più veloce. Se in casa avete un mortaio, però, consiglio vivamente di utilizzare quello.

Pesto alla genovese

Pesto alla genovese

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
1 vasetto Facile 10 minuti € 4,00

Ingredienti: Preparazione:
  • 70 grammi di foglie di basilico fresco
  • 60 gr. di grana padano
  • 1 cucchiaio di pecorino
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 120 ml. di olio evo
  • un pizzico di sale grosso
  • 3 spicchi d’aglio
Mettete l’aglio e metà degli ingredienti nel contenitore del frullatore ad immersione. Versate un filo d’olio e cominciate a emulsionare.

Aggiungete il resto degli ingredienti e con l’olio a filo cercate di trovare la consistenza giusta, continuando ad emulsionare.

Una volta pronto potete utilizzarlo immediatamente, oppure potete travasarlo in un vasetto, coprirlo con un filo d’olio e conservarlo in frigo fino a 7/10 giorni. All’occorrenza, potete anche surgelarlo in freezer e scongelarlo quando vi serve.

Print Friendly

4 commenti

  1. Uaahhhhhh che buono, grazie Lara……

  2. Al posto dell’olio evo che olio posso usare?

    • Ciao L’olio E.V.O (extra vergine d’oliva) è l’ideale, puoi usare anche olio d’oliva non extra, oppure puoi optare per un olio di semi di arachidi o girasole ma non è la stessa cosa. Ciaoooo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*