Home / Primi Piatti / Ravioli con mortadella e ricotta

Ravioli con mortadella e ricotta

I ravioli sono un tipico piatto della domenica, fatti di pasta fresca all’uovo ripiena. Sono diffusi in tutta Italia, in particolar modo al nord, dove affondano le propri origini. I ravioli possono avere tante forme, dalle più classiche alle più estrose ed assumono forme e nomi differenti a seconda delle varie ricette regionali. Il raviolo prevede al suo interno un ripieno che può essere realizzato in numerosissime varianti: carne, pesce, verdure, formaggi, funghi ecc. Oggi vi presento i miei ravioli realizzati con pasta fresca fatta in casa e con un a farcia molto saporita. Si tratta dei miei ravioli con mortadella e ricotta, conditi con un semplice intingolo di burro e salvia, giusto per esaltarne il gusto. Preparare con le proprie mani la pasta fresca è una vera soddisfazione. Impastare, stendere la base e creare dei bellissimi ravioli, tutto con le proprie mani, è davvero impagabile. Magari, un giorno che avete del tempo libero da dedicare alla cucina, potreste prodigarvi proprio nella realizzazione dei vostri ravioli fatti in casa. Preparate la sfoglia e tutti i ripieni che volete, poi, una volta pronti, cuocete quelli che volete mangiare e tutti gli altri, ancora crudi, surgelateli per altre occasioni! Ben presto vi suggerirò altre farciture speciali! Se vi piacciono i primi farciti, magari proprio con la ricotta, che ne dite di riscoprire i miei Paccheri con ricotta, salsiccia e funghi?

Ravioli con mortadella e ricotta

Ravioli con mortadella e ricotta

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
4 persone Facile 95 min. €4,00

Ingredienti: Preparazione:
  • 200 g. di farina Antimo Caputo
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino d’olio evo (facoltativo)
  • 70 g. di grana padano
  • 200 g. di ricotta fresca
  • 250 g. di mortadella in una sola fetta
  • 1 tuorlo
  • sale q.b
  • pepe q.b
  • 50 g. di burro
  • salvia q.b.
  1. Iniziamo a preparare la pasta fresca per i nostri ravioli mettendo sulla spianatoia la farina a fontana. Incorporiamo le 2 uova intere, il cucchiaino d’olio evo e impastiamo energicamente per almeno 15 minuti.
  2. Ricaviamo una pasta liscia e morbida, facciamo poi riposare in frigorifero, coperta da pellicola, per 1 ora.
  3. Nel frattempo prepariamo la farcia, versiamo in un’insalatiera la ricotta scolata dal liquido in eccesso, aggiungiamo il formaggio grattugiato, il tuorlo, un pizzico di sale e pepe, e mischiamo bene tutti gli ingredienti.
  4. Tagliamo la mortadella in piccoli quadrotti e versiamoli nel tritatutto, otteniamo un composto omogeneo e versiamolo nel resto della farcia, facciamo riposare in frigorifero finché dovremo farcire i ravioli.
  5. Stendiamo la pasta con il mattarello aiutandoci con un po’ di farina. Lavoriamola per bene fino a raggiungere lo spessore di un paio millimetri. Questo è lo spessore che preferisco io, ma se voi li volete ancora più sottili, beh, liberi di farlo.
  6. Adesso, a circa 10/15 centimetri dall’estremità della sfoglia adagiamo dei mucchietti di farcitura lungo tutto il senso della lunghezza della pasta e distanziati di pochi centimetri l’uno dall’altro. Una volta terminata l’operazione ricopriamo la farcitura con il lembo di pasta e poi con uno stampino schiacciamo ricavando i nostri ravioli.
  7. Cuociamo in acqua salata per 4 o 5 minuti, scoliamoli e condiamoli con un’intingolo fatto al momento, soffriggendo in padella, burro e salvia. Portiamo in tavola cospargendo a piacere con del grana.

 

4 commenti

  1. Di buon gusto questi ravioli.

  2. Si possono prepara la mattina per farli la sera? E come li conservo?

    • Ciao Antonella, scusa la tardiva risposta…mi era sfuggito il tuo commento! Certo, li puoi fare la mattina per la sera. Per conservarli disponili in un vassoietto con un po’ di farina sia sotto che sopra, per non farli attaccare e coprili con la pellicola mettendoli in frigo. Ciaooo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*