Home / Primi Piatti / Spaghetti al nero di seppia con le triglie

Spaghetti al nero di seppia con le triglie

Oggi mi è venuta una gran voglia di mangiare gli spaghetti al nero di seppia e questo impellente desiderio è saltato fuori dopo aver visto una trasmissione che parlava della splendida Sicilia. Quindi mi sono detta: “Perchè no?”, anche perché avevo la fortuna di custodire in dispensa un bel pacco di spaghetti al nero di seppia della Fabbrica della Pasta di Gragnano che mi hanno agevolato il compito! Ho deciso di prepararli proprio con dei prodotti tipici della Sicilia, come i pistacchi, le triglie ed i pinoli. Il risultato è stato buonissimo. Ogni boccone, grazie alle triglie ed agli spaghetti al nero di seppia, aveva un intenso sapore di mare e la croccantezza ed il sapore di pistacchi e pinoli hanno resto il tutto ancora più buono. Un bel primo a base di pesce che decisamente vi consiglio, così come vi consiglio di provare, almeno una volta, gli spaghetti al nero di seppia preparati direttamente con una bella seppia fresca e con la sacca del suo inchiostro!

Spaghetti al nero di seppia con le triglie

Spaghetti al nero di seppia con le triglie

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
2 persone Facile 15 minuti €7,00

Ingredienti: Preparazione:
Come prima cosa mettiamo l’acqua salata a bollire.

Nel frattempo evisceriamo e puliamo le triglie, ricavandone i filetti.

Buttiamo gli spaghetti che hanno un tempo di cottura di circa 10 minuti. Noi ne utilizzeremo 9 perché l’ultimo minuto li salteremo in padella.

Prendiamo una padella e soffriggiamo nell’olio i 2 spicchi d’aglio.

Aggiungiamo le triglie tagliate a pezzetti grossolani e lasciamo insaporire, poi sfumiamo con il vino bianco, alziamo la fiamma e facciamo evaporare l’alcool.

Aggiungiamo un trito grossolano fatto con la metà dei pistacchi e tutti i pinoli.

A questo punto scoliamo gli spaghetti e facciamoli saltare in padella per un minuto.

Prendiamo i pistacchi che sono avanzati, tritiamoli più finemente in un tritatutto e cospargiamoli sul piatto prima di servire in tavola.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*