Le ultime 10 ricette pubblicate:
Home / Primi Piatti / Strangozzi alla Norcina

Strangozzi alla Norcina

Oggi, con questa ricetta umbra, vi presento anche la mia prima esperienza da food blogger in trasferta, precisamente nel bellissimo agriturismo di Borgo Giorgione a Monteleone d’Orvieto, in provincia di Terni, dove ho soggiornato con il mio compagno. Qui, nella cucina del nostro appartamento ho realizzato, per la prima volta, gli Strangozzi alla Norcina detti ancheStringozzi o Pici, uno dei piatti tipici umbri più conosciuti.  Si tratta di una pasta fresca senza uova, ovvero una pasta fresca fatta in casa come si faceva una volta, tirata al mattarello, e tagliata al coltello.  Gli Strangozzi sono simili a delle tagliatelle ma più spessi e stretti. In questo caso li ho conditi con un sugo alla Norcina cioè fatto con una delle eccellenza della gastronomia Umbra, le famose salsicce di Norcia. Un sugo molto saporito, arricchito, in base alle stagioni, con funghi porcini, con del Tartufo o semplicemente con le sole salsicce norcine. Per la mia versione ho preferito i funghi porcini.
Come preparare la pasta fresca? Ma è semplicissimo! Vi basta mischiare le 2 farine con il sale ed aggiungere l’acqua. Dovrete, poi, impastare per 10 minuti e dopo far riposare per una mezz’oretta. Infine, con un po’ di olio di gomito, dovrete soltanto usare il mattarello e stendere la vostra pasta fresca.  Gli strangozzi alla Norcina sono un piatto povero, infatti il sugo di condimento è realizzato con pochi ingredienti, ma, come nel mio caso, tutti della gastronomia umbra come le salsicce di Norcia, l’olio d’oliva ed il pecorino Umbro. A queste eccellenze basta aggiungere l’aglio e la poca panna ed il piatto è servito. Naturalmente, dopo aver preparato questa ricetta veloce e facile, abbiamo divorato il piatto che si è rivelato davvero gustosissimo e che mi sento di consigliarvi caldamente!
Insomma, abbiamo trascorso un week-end meraviglioso che ci ha permesso di conoscere ed apprezzare tutti i sapori ed i gusti dell’enogastronomia di questa splendida terra che è l’Umbria, ma che ci ha portato anche a visitare incantevoli borghi medievali e città d’arte. In definitiva un percorso fatto di storia, arte, cultura e, soprattutto, degustazioni di vini, formaggi e salumi umbri, tra magnifiche cantine e negozietti suggestivi, dove la cortesia e la professionalità delle persone toccano il cuore.

Strangozzi alla Norcina

Strangozzi alla Norcina

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
4 persone Media 35 minuti + 30 minuti di riposo €7,00

Ingredienti: Preparazione:
    Per la pasta fresca:

  • 125 g. di farina 00
  • 125 g. di semola di grano duro
  • 130 g. di acqua
  • 1 pizzico di sale
    Per il condimento:

  • 4 salsicce fresche di Norcia
  • 10g. di funghi porcini secchi
  • 2 cucchiai di pecorino umbro
  • 2 cucchiai di olio evo umbro
  • 200g. di panna da cucina
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale e pepe facoltativi

 

  1. Mettiamo sulla spianatoia le 2 farine con un pizzico di sale, mischiamole bene e formiamo una fontana nella quale aggiungeremo l’acqua. Impastiamo fino a formare una palla e massaggiamo l’impasto per una decina di minuti, copriamo con un canovaccio e facciamo riposare per 30 minuti.
  2. In una padella facciamo rosolare gli spicchi d’aglio con l’olio evo, aggiungiamo le salsicce che avremo precedentemente tolto dal budello e rosoliamo il tutto. Aggiungiamo i funghi strizzati ed un po’ d’acqua di conserva. Abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere per 15/ 20 minuti.
  3. Stendiamo ora la pasta fresca con un mattarello, che dovrà risultare un po’ spessa, cospargiamo la pasta con della semola o farina ed arrotoliamola su se stessa, da entrambi i lati. Tagliamo a fette sottili (copriamo con della farina in modo che non si appiccichino) e poi srotoliamo aiutandoci con il coltello.
  4. Tuffiamo gli strangozzi in acqua bollente e salata.
  5. Mentre cuociamo gli strangozzi finiamo il nostro sugo versando nella salsiccia, la panna.
  6. Tuffiamo la pasta nel condimento e spolveriamo il tutto con del pecorino. Cuociamo per qualche secondo ancora.
  7. Serviamo gli stangozzi alla Norcina fumanti spolverati con dell’altro pecorino.
Print Friendly

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*