Le ultime 10 ricette pubblicate:
Home / Sfiziosità / Vin Brulè

Vin Brulè

Quest’anno, soprattutto negli ultimi tempi, il Vin Brulè è stata una costante. Negli ultimi mesi, infatti e soprattutto con l’avvicinarsi delle feste natalizie, tutte le fiere e i mercatini a cui sono stata, avevano la bancarella che vendeva bicchieri fumanti di Vin Brulè! Siccome sia a me che al mio compagno piace tantissimo, ho cominciato a pensare alla ricetta e a come prepararlo in casa! L’occasione giusta è arrivata qualche giorno fa allorquando siamo stati alla bellissima kermesse dell’Artigiano in Fiera che si tiene a Rho e che ogni anno ci vede visitatori fissi della manifestazione! Nel padiglione dedicato al Trentino, infatti, oltre a tutto il ben di Dio della cucina di quelle parti, abbiamo trovato l’immancabile bancarella del Vin Brulè e siccome era di gran lunga il più buono che avessimo mai assaggiato, ho chiesto al venditore di darmi qualche consiglio su come preparare del buon Vin Brulè fatto in casa! Beh, la mia richiesta è andata oltre le previsioni perché oltre ai consigli preziosi, il venditore mi ha dato proprio la ricetta tradizionale del Vin Brulè del Trentino! Ho così scoperto che prepararlo è molto più semplice di quanto pensassi e che il vino “ufficiale” da utilizzare è il Marzemino! Insomma, il video che vedete è il mio primo esperimento con questa favolosa bevanda che va bevuta bollente e che già dai nostri avi veniva usata come rimedio per l’influenza! Per completare l’opera, se volete, accompagnatelo con una generosa porzione di strudel di mele, così come abbiamo fatto noi a l’Artigianato in Fiera!

Vin Brulè

Vin Brulè

QuantitàQuantità Difficoltà
Difficoltà
Tempo di preparazione totale
Tempo di Preparazione Totale
Costo TotaleCosto
1 litro Facile 40 minuti €8,00

Ingredienti: Preparazione:
  • 1lt di Vino Marzemino
  • 150g di zucchero
  • 4 stecche di cannella
  • 8/9 chiodi di garofano
  • 2 anici stellati
  • noce moscata qb
  • la scorza di un’arancia
  • la scorza di un limone
  • 1 mela
  1. In un pentolino o una padella rigorosamente d’acciaio mettete lo zucchero, tutte le spezie e la noce moscata grattugiata.
  2. Aggiungete la scorza degli agrumi facendo attenzione ad evitare quanto più possibile la parte bianca.
  3. Mettete sul fuoco e lasciate sciogliere lo zucchero.
  4. Aggiungete tutto il vino e la mena tagliata a cubetti.
  5. Date un’altra grattugiata di noce moscata se lo ritenete necessario.
  6. Appena arriva a bollore, mettete il coperchio lasciando uno spiraglio aperto e lasciate andare per circa mezzora a fiamma bassa.
  7. Filtrate il tutto con un colino e versate il vostro Vin Brulè ancora bollente nei bicchieri.
Print Friendly

4 commenti

  1. complementi. Hai sempre delle ricettine meravigliose e sopprattutto delle idee.
    Veniamo a quella di oggi : il vin brulé. Lo conosco, non l’ho mai fatto , mi chiedevo
    se una volta fatto si può conservare e poi scaldare..magari per portarselo a casa
    d’amici. Non parlo di una conservazione lunga, magari dalla mattina alla sera,
    o anche meno. Grazie Isa

    • Ciao Isa grazie per i complimenti gentilissima. Si il Vin brulè si conserva in frigo per 3 giorni, puoi farlo e portarlo dai tuoi amici e scaldarlo bene deve essere bollente e berlo, è buonissimo e facile da fare. ciaooooo

  2. Azz…che buono il vin brulè, grazie…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*