Cassata

0
26
Cassata

La cassata era un tempo un dolce tipicamente pasquale a base di ricotta, canditi, cioccolato e pan di Spagna, ricoperto o meno da pasta di mandorle o di pistacchi. Alcune varianti sono il “raffiuolo” della Campania, la cassata pugliese o quella abruzzese farcita con il torrone.

La cassata siciliana è la più conosciuta la cui ricetta fu perfezionata, secoli fa, nei conventi delle monache.

Ingredienti per 6 persone

350 g di ricotta freschissima
80 g di miele di acacia
80 g di arancia candita
50 g di panna fresca
50 g di mandorle pelate (o pistacchi)
20 g di zenzero candito
20 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di Armagnac o altro liquore a piacere
2 arance non trattate
In più: una tortiera da 20-22 cm o 6 stampini monoporzione da 6 cm di diametro

Preparazione della cassata

Trita le mandorle. Taglia la frutta candita a dadini.

In una ciotola capiente metti la ricotta passata con lo schiacciapatate. Lavorala energicamente con una frusta fino a renderla cremosa e senza grumi. Unisci la panna e continua a montare. Aggiungi il liquore.

Sciogli a fuoco dolcissimo il miele con lo zucchero e fai sobbollire mescolando per un minuto. Versa lo sciroppo a filo sulla ricotta continuando a rimestare delicatamente.

Aggiungi anche le mandorle, i canditi e amalgama sempre con delicatezza.

Metti il composto nello stampo imburrato o rivestito con carta forno. Livella bene con una spatola, ricopri con un foglio di carta forno e riponi nel congelatore per 2-3 ore almeno.

Due ore prima di servire la cassata toglila dal congelatore. Capovolgi lo stampo sopra un piatto da portata e scaldalo con un phon per facilitarne il distacco. Trasferiscila in frigo fino al momento di servirla.

Lava ed affetta le arance e adagiale sul piatto. Se vuoi completa con delle scagliette di cioccolato.

Qualche approfondimento sulla ricotta

La ricotta è un formaggio fresco ottenuto dal latte acidificato. La ricotta può essere ottenuta sia da latte vaccino sia da latte di pecora o di capra. Il latte viene acidificato con laggiunta di acido citrico o di aceto, quindi riscaldato fino a quando non si formerà una sorta di gelatina.

Questo gel viene poi raffreddato e filtrato per separare il siero dalla ricotta. La ricotta è un formaggio molto versatile e può essere utilizzata in diversi modi in cucina. Può essere utilizzata come ingrediente per dolci e torte, come condimento per la pasta o come farcitura per i ravioli. La ricotta è anche ottima da mangiare semplicemente con un po di miele o di frutta.

Il miele di acacia è un tipo di miele molto dolce e delicato, prodotto principalmente in Europa e in Asia. Viene ricavato dai fiori della pianta di acacia, ed è uno dei tipi di miele più apprezzati al mondo. Il miele di acacia ha un colore chiaro e trasparente, ed è molto viscoso. Ha un sapore molto dolce, ma allo stesso tempo leggermente acidulo.

Il miele di acacia è ottimo da solo, ma è anche spesso utilizzato per dolcificare altri alimenti. Il miele di acacia è ricco di vitamine e minerali, ed è un ottimo rimedio per la tosse e per il mal di gola.

Viene spesso utilizzato in cosmetica, perché è un ottimo idratante e ha proprietà antiinfiammatorie. Il miele di acacia è un prodotto totalmente naturale, privo di conservanti o additivi chimici.

Viene spesso considerato un superfood, perché è una delle fonti più ricche di antiossidanti. Il miele di acacia è disponibile in molti negozi di alimentari, sia online che offline. Si consiglia di acquistarlo in vasetti di vetro, perché è più facile da conservare.

Previous articleBiscottoni rustici
Next articleRiso rosso
Lucrezia Trevino
Buongiorno a tutti, piacere di conoscervi! Mi chiamo Lucrezia e sono la più grande fan di mia mamma! Dopo un diploma in conservatorio ho scelto di affiancare mia mamma e aiutarla con le pubblicazioni sul suo sito, scoprendo in me una passione per il food che mai avrei immaginato! Quando non scrivo ricette qui mi potreste probabilmente trovare a suonare il violino o a passeggiare con il mio cane Tobias.