Conchiglioni ripieni di ricotta e basilico

0
23
Conchiglioni_ripieni_di_ricotta_e_basilico

I conchiglioni ripieni di ricotta e basilico sono una ricetta classica italiana che si rifà alle origini della pasta. La pasta con i conchiglioni è una pasta ripiena che si trova spesso nelle tavole italiane, soprattutto nelle regioni del sud.

Sono piccoli gusci di pasta che vengono farciti con un ripieno di ricotta e basilico, quindi sono cotti in forno. La ricetta è semplice e si può preparare in poco tempo, anche se occorre un po di tempo per far cuocere i conchiglioni.

Si tratta di un piatto molto saporito e cremoso, sono perfetti sia come primo piatto che come secondo. La ricetta è molto versatile e si può personalizzare a seconda dei gusti, ad esempio si può aggiungere del peperoncino o dei pomodori secchi.

Questa ricetta molto semplice e gustosa, è perfetta per un pranzo o una cena in famiglia.

Ingredienti per 4 persone:

32 conchiglioni
½ kg di ricotta di pecora
2 cucchiai colmi di basilico tritato
1 uovo
Sale
Pepe
Parmigiano grattugiato
Pecorino di Filiano grattugiato

Per il sugo:
700 g di passata di pomodoro casalinga
1 carota
1 scalogno
½ costa di sedano
Olio evo
Sale
Basilico
1 spicchio di aglio

Preparazione dei conchiglioni ripieni di ricotta e basilico

Preparare il sugo: Tritare la carota, lo scalogno, lo spicchio di aglio e il sedano. Soffriggere il composto in 3 cucchiai di olio, aggiungere la passata di pomodoro, 1 cucchiaino di zucchero, il sale, coprire e cuocere per un’ora a fuoco dolce. A fine cottura aggiungere qualche foglia di basilico.

In una ciotola amalgamare la ricotta con il basilico, l’uovo, 2 cucchiai di un mix di pecorino di Filiano e parmigiano grattugiati, il sale e il pepe. Con il composto ottenuto riempire i conchiglioni preventivamente lessati per 5 minuti in acqua bollente salata.

Mettere un mestolo di sugo sul fondo di una pirofila, sistemare ordinatamente i conchiglioni ripieni, coprirli con il sugo rimasto, cospargere con il mix di formaggi grattugiati, coprire con la carta alluminio e infornare a 180° per 30 minuti.

Gli ultimi dieci minuti togliere l’alluminio per dorare la superficie.

Qualche approfondimento sul Pecorino di Filiano

Il Pecorino di Filiano è una varietà di formaggio italiano DOP (Denominazione di Origine Protetta), prodotto con latte di pecora di razza Martone allevata nel comune di Filiano in provincia di Potenza, in Basilicata.

Il formaggio ha forma cilindrica con estremità piatte, è di colore giallo paglierino ed ha una pasta compatta e compatta, di consistenza leggera e burrosa. Il gusto è fresco, leggermente acido e persistente, con un retrogusto leggero e delicato.

Il latte viene lavorato fresco, entro 24 ore dalla mungitura, e lasciato fermentare per 12-14 ore. Quindi la cagliata viene posta in stampi forati, dove viene lasciata scolare per circa 2 ore.

Successivamente, il formaggio viene posto in una soluzione di salamoia per almeno 12 ore. Infine, il formaggio viene lasciato stagionare per almeno 2 mesi.

Previous articleTorta di crepes
Next articleCannelloni al forno ripieni di carne
Lucrezia Trevino
Buongiorno a tutti, piacere di conoscervi! Mi chiamo Lucrezia e sono la più grande fan di mia mamma! Dopo un diploma in conservatorio ho scelto di affiancare mia mamma e aiutarla con le pubblicazioni sul suo sito, scoprendo in me una passione per il food che mai avrei immaginato! Quando non scrivo ricette qui mi potreste probabilmente trovare a suonare il violino o a passeggiare con il mio cane Tobias.