Culurgiones di patate

0
23
Culurgiones_di_patate

I culurgiones di patate sono un tipo di ravioli sardi che si preparano con un ripieno a base di patate. L’impasto è fatto con farina di semola, acqua e sale e viene farcito con un composto di patate lesse, pecorino grattugiato, menta fresca e un pizzico di sale. Vengono poi lessati e serviti con una semplice salsa di pomodoro.

I culurgiones di patate sono un piatto che si dice risalga al medioevo. Il nome deriva dalla parola latina per ravioli, che è culurgiones. Il piatto è popolare nell’oristanese, dove viene preparato tipicamente durante i mesi estivi.

Se stai cercando un piatto sardo delizioso e autentico, prova i culurgiones di patate. Questi ravioli sono la miscela perfetta di gusto e ripieno e ti lasceranno sicuramente soddisfatto.

Ingredienti per 4 persone:

600 g di patate
500 g di semola rimacinata
280 g circa di acqua tiepida
180 g di pecorino tipo Fioretto sardo (o altro poco stagionato e dolce)
50 g di porro (al posto dello spicchio d’aglio tritato previsto in diverse ricette)
15 foglie di menta fresca
5 foglie di basilico
sale marino integrale q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
coppapasta con diametro cm 6/7

Preparazione dei culurgiones di patate

Mettete la farina in una ciotola e aggiungete l’acqua poco alla volta rimestando con una forchetta. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e lavorate la massa con le mani in questo modo.

Create una palla e impastate con un movimento a spirale, mantenendo sempre la forma tonda: con la mano destra sollevate l’impasto verso di voi e poi affondate dolcemente il polso premendo il lembo sollevato e contemporaneamente, con la sinistra, ruotate il panetto di un quarto di giro.

La pasta non va lavorata con troppa energia, non dev’essere stirata o stesa, insomma pensate di fargli un bel massaggio. Proseguite così per una decina di minuti e alla fine otterrete un panetto dalla consistenza morbida, vellutato ed elastico.

Copritelo con la pellicola o con un panno pulito e mettete in fresco per un’ora o più. Il riposo renderà la pasta più elastica e ne faciliterà la lavorazione. Nel frattempo lessate le patate con la buccia in acqua salata. Tritate finemente il porro e fatelo stufare in un tegamino con due cucchiai d’olio fino a quando sarà morbido.

Quando le patate sono cotte togliete la buccia e passatele al setaccio facendole cadere in una ciotola. Aggiungete il pecorino grattugiato al momento, 10 foglie di menta finemente tritata e il porro. Amalgamate tutti gli ingredienti e se serve aggiustate di sale.

Pestate in un mortaio (o mettete in un mixer) le restanti 5 foglie di menta insieme alle 5 foglie di basilico con 4 cucchiai d’olio e un pizzico di sale.

Stendete la pasta con il matterello, una porzione alla volta per non farla seccare. Con il coppapasta ricavate dei dischi e su ognuno disponete una pallina di ripieno della grandezza di una piccola noce. Richiudete i lembi di pasta facendoli combaciare e, con indice e pollice, pizzicateli per sigillare bene il raviolo.

Lessateli un po’ alla volta a bollore medio per non farli rompere per 4 minuti circa.
Scolateli e teneteli in caldo fino a quando li avrete cotti tutti. Distribuiteli nei piatti, condite con l’olio alla menta e basilico, una spolverata di pecorino e servite subito.
Si posso condire anche con un sughero leggero leggero.

Qualche approfondimento sul pecorino fioretto

Il pecorino fioretto è un formaggio fresco a pasta filata ottenuto dal latte di pecora. La sua forma è quella di una rosa e può essere consumato crudo o cotto.

Questo formaggio è caratterizzato da un sapore delicato e dall’aroma di latte di pecora. Il pecorino fioretto è ottimo da consumare in insalata, come condimento per la pasta o come spuntino.

Previous articleCestini di parmigiano
Next articleCrocchette di patate
Lara Trevino
Ciao a tutti! Mi chiamo Lara, ho 54 anni e la cucina è la mia più grande passione! Ho creato questo blog con l'intenzione di condividere le mie ricette più gustose, interessanti e...inaspettate! Ho una bellissima figlia di nome Lucrezia che, oltre ad essere davvero intelligente e simpatica, condivide con me l'amore per il cibo e contribuisce attivamente qui sul sito!