Cuori con farina di grano saraceno e mandorle

0
10
Cuori con farina di grano saraceno e mandorle
Cuori con farina di grano saraceno e mandorle

I cuori con farina di grano saraceno e mandorle sono una ricetta semplice e deliziosa che può essere realizzata in pochi minuti. La farina di grano saraceno è un ingrediente versatile e nutriente, mentre le mandorle sono una preziosa fonte di grassi sani.

Questi cuori sono perfetti per una colazione sana e nutriente o per uno spuntino goloso.

Ingredienti per 40 biscotti

  • 100 g di mandorle con la pelle
  • 100 g di zucchero di canna integrale tipo Mascobado
  • 40 g di burro morbido di montagna a temperatura ambiente
  • 40 g di olio extravergine d’oliva
  • 200 g di farina di grano saraceno integrale
  • i semi di mezzo baccello di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino da tè di lievito biologico per dolci
  • la buccia di un limone bio grattugiata e il succo di 1/2
  • 4 cucchiai d’acqua circa

in più: tagliabiscotti a forma di cuore

 

Preparazione cuori con farina di grano saraceno e mandorle

1. Tritate con il robot da cucina le mandorle insieme allo zucchero.

2. Unite l’olio, il burro, i semi della vaniglia, il lievito, la buccia del limone e il succo. Frullate il tutto.

3. Togliete l’impasto dal robot e trasferitelo in una ciotola. Aggiungete la farina e un cucchiaio d’acqua alla volta (potrebbe non servire tutta) e lavoratelo velocemente con le mani fino ad ottenere un impasto dalla consistenza morbida. Riponetelo in frigo per un’ora almeno.

4. Scaldate il forno a 160°C.

5. Ora stendete una sfoglia, tra due fogli di carta da forno, dello spessore di un cm circa. Mettetela in frigo per una decina di minuti.

6. Ritagliate i vostri biscotti e praticate dei forellini aiutandovi con uno stecchino o un ferro da calza.

7. Disponeteli su una teglia ricoperta con carta da forno e fate cuocere a 160° C per 18 minuti circa.

8. Fate raffreddare i biscotti su una griglia e riponeteli poi in vasetti di vetro. Si conservano bene per una decina di giorni.

 

Qualche approfondimento sul grano saraceno

Il grano saraceno è una pianta della famiglia delle poligonacee, originaria dell’Asia centrale. La pianta è alta circa un metro e mezzo e ha una radice tuberosa che si estende fino a un metro di profondità. Il grano saraceno è una delle principali colture dell’Asia centrale e viene coltivato da secoli nella regione. La pianta è particolarmente adatta alla coltivazione in climi aridi e semi-aridi e può resistere a temperature estreme.

È ricco di proteine, vitamine e minerali e contiene una quantità significativa di fibre. La farina di grano saraceno è utilizzata in molti paesi per la preparazione di varie pietanze o come mangime per gli animali.

Questo alimento è una deliziosa alternative alla pasta e può essere utilizzato in molti modi in cucina. Ha un sapore unico, che lo rende ideale per la preparazione di primi piatti, risotti e anche dolci.

Per preparare il grano saraceno, è importante sciacquarlo bene prima della cottura, in modo da eliminare il sapore amaro. Cuocetelo sempre in abbondante acqua salata per circa 20-30 minuti, fino a quando non sarà tenero.

Una volta cotto, può essere utilizzato per preparare un risotto, aggiungendo verdure, formaggio o altri ingredienti a piacere. È inoltre possibile utilizzarlo come base per una pasta all’uovo fatta in casa.

Previous articleBiscotti di brisée con composta di mele
Next articleBiscottoni rustici
Lucrezia Trevino
Buongiorno a tutti, piacere di conoscervi! Mi chiamo Lucrezia e sono la più grande fan di mia mamma! Dopo un diploma in conservatorio ho scelto di affiancare mia mamma e aiutarla con le pubblicazioni sul suo sito, scoprendo in me una passione per il food che mai avrei immaginato! Quando non scrivo ricette qui mi potreste probabilmente trovare a suonare il violino o a passeggiare con il mio cane Tobias.