Dado vegetale granulare home made

0
44
Dado_vegetale_granulare_home_made

Preparare il dado vegetale granulare home made è un’ottima idea per risparmiare denaro e avere la certezza di sapere cosa contiene il prodotto finale. Inoltre, è un’attività divertente da fare in cucina e si può scegliere di aromatizzare il dado a proprio piacimento.

Per preparare il dado vegetale granulare home made saranno necessari: una o più verdure (a seconda della quantità di dado che si vuole ottenere), un mixer o un tritatutto, una pentola, un colino e una ciotola.

Ingredienti:

2 cipolle rosse
1 cipolla dorata
2 scalogni
200 g di sedano (foglie e coste)
600 g di carote
200 g di finocchi (1 piccolo)
200 g di patate
350 g di pomodorini ciliegia
35 g di prezzemolo
2 rametti di rosmarino fresco
4 foglie di salvia fresca
2 rametti di timo fresco
Sale grosso

Preparazione del dado vegetale granulare home made

Pelare e lavare tutto. Tagliare a metà i pomodorini e a fette spesse ½ cm le cipolle, lo scalogno, il sedano, le carote, le patate e il finocchio.

Distribuire in questo modo le verdure:
1° cestello le cipolle e lo scalogno
2° cestello le carote
3° cestello le patate e il finocchio
4° cestello il sedano
5° cestello i pomodorini con la parte tagliata rivolta verso l’alto e le erbe aromatiche.

Azionare il Biosec programma T4 per 24h. Trascorso il tempo ritirare tutte le verdure tranne i pomodorini, che dovranno essiccare per altre 12h con il programma T5.

Quando tutto sarà perfettamente essiccato pesare, mettere le verdure in un qualsiasi mixer aggiungendo la stessa quantità di sale grosso e azionare per ridurre in polvere.
Conservare in vasetti di vetro a chiusura ermetica.

Ricaverete 215g di verdura essiccata e 430g di dado vegetale granulare.

Qualche approfondimento sullo scalogno

Lo scalogno è una pianta erbacea della famiglia delle Alliaceae, che fa parte della stessa famiglia delle cipolle, dei porri e delle aglio. Questa pianta è nativa dell’Asia centrale e dell’India, ma oggi è coltivata in tutto il mondo.

Lo scalogno è una pianta perenne, ma in genere viene coltivata come un’erbacea annuale. La pianta cresce fino a circa 30 cm di altezza e produce una radice carnosa e una cipolla. Le foglie dello scalogno sono verde scuro, lanceolate e hanno un odore forte e pungente.

Le cipolle dello scalogno sono gialle o bianche, a seconda della varietà, e sono molto piccole, circa 1-2 cm di diametro.

Lo scalogno è una delle piante più utilizzate in cucina, sia crudo che cotto. È molto versatile e può essere aggiunto a molti piatti come insalate, salse, sughi, minestre, ecc.

Ingrediente importante in molti piatti tradizionali, come la zuppa di cipolle francese, il soffritto italiano e il refrito spagnolo. Lo scalogno è una pianta molto ricca di vitamine e minerali, tra cui vitamina C, potassio, calcio, fosforo e ferro.

Previous articleCautarogni
Next articlePenne con broccoli e pomodori secchi
Lara Trevino
Ciao a tutti! Mi chiamo Lara, ho 54 anni e la cucina è la mia più grande passione! Ho creato questo blog con l'intenzione di condividere le mie ricette più gustose, interessanti e...inaspettate! Ho una bellissima figlia di nome Lucrezia che, oltre ad essere davvero intelligente e simpatica, condivide con me l'amore per il cibo e contribuisce attivamente qui sul sito!