Pagnotte con cicoria

0
5
Pagnotte_con_cicoria

Le pagnotte con cicoria sono una varietà di pane tradizionale della Sardegna. La cicoria è una pianta erbacea che cresce spontaneamente in tutta l’isola e che viene utilizzata da secoli come ingrediente principale di questo pane.

Le pagnotte con cicoria sono generalmente rotonde e hanno una dimensione medio-piccola. Il loro impasto è ottenuto con farina di semola di grano duro, lievito di birra e cicoria triturata. Il tutto viene poi cotto in forno a legna per circa 30-40 minuti.

Le pagnotte con cicoria sono molto apprezzate per il loro sapore unico e per la loro versatilità. Possono essere consumate da sole come spuntino, accompagnate da salumi o formaggi, oppure utilizzate per fare delle bruschette. Insomma, sono un pane molto versatile che può essere utilizzato in diversi modi.

Se siete interessati a provare questo pane tradizionale sardo, vi consiglio di seguire questa ricetta. Ne vale davvero la pena!

Ingredienti per 8 pagnotte:

300 g di farina multicereali Molino Grassi
300 g di acqua a 25°C
3 g di lievito secco naturale attivo biologico
400 g di farina multicereali Molino Grassi
600 g di biga (tutta)
190 g di acqua a 27°C
12 g di sale marino integrale (2 cucchiaini da tè)
20 g di olio extravergine d’oliva
600 g di cicoria mondata (oppure di puntarelle o di catalogna)
20 g di pomodori secchi
2 spicchi d’aglio in camicia
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
1/2 peperoncino privato dei semi
sale marino integrale q.b.
una tazzina di acqua

Preparazione delle pagnotte con cicoria

In una ciotola mescolate farina, acqua e lievito. L’impasto sarà molle. Coprite e fate riposare a temperatura ambiente per 10/11 ore.

Mettete la biga, la farina, l’acqua e il sale in una ciotola grande. Amalgamate tutti gli ingredienti e poi unite l’olio a filo. Impastate per 6-7 minuti fino a quando avrete un impasto omogeneo e morbido. Ungete una ciotola d’olio e trasferiteci l’impasto. Coprite, riponete in un posto riparato e tiepido e fate riposare per un’ora o poco più.

Adesso è il momento di rinforzare l’impasto con le pieghe. Mettetelo sul piano da lavoro infarinato. Premete delicatamente per appiattirlo un poco. Tirate un lembo verso di voi e riportatelo verso il centro. Fate lo stesso con il lembo opposto e ripiegate sull’altro lembo. Premete e ruotate di 90° e ripetete per alcune volte. Rimettete nella ciotola e fate lievitare per altre 4 ore.

Mentre la pasta lievita preparate la farcitura. Mettete in ammollo in acqua tiepida i pomodori secchi. Lavate la cicoria, affettatela e mettetela con l’olio, i pomodori strizzati e tagliati a pezzetti, l’aglio e il peperoncino tritato in una una padella capace. Unite anche l’acqua e regolate di sale. Mettete un coperchio e fate stufare per una decina di minuti, rimestando ogni tanto. Togliete l’aglio e fate raffreddare.

Trasferite delicatamente l’impasto sopra un piano da lavoro infarinato. Suddividetelo in panetti da 145 g circa ciascuno (ne otterrete 8) e lasciate riposare per un’ora.

Stendete con le mani sopra il tavolo infarinato gli otto panetti, ricavando dei rettangoli da 20×15 cm circa. Distribuite sopra ognuno un mucchietto di verdura, richiudete a portafoglio e piegate in sotto i lembi esterni.

Adagiateli sopra una teglia rivestita con carta forno e fate riposare per una mezz’ora.
Accendete il forno a 200°C. Pennellate con un’emulsione fatta con acqua e olio in parti uguali e quando il forno è in temperatura infornate.

Fate cuocere per 20/25 minuti circa, o fino a quando le pagnotte saranno ben gonfie e dorate.

Qualche approfondimento sulla cicoria

La cicoria è una pianta erbacea, della famiglia delle Asteraceae, diffusa in tutto il mondo. In Italia è molto diffusa la varietà di cicoria che si chiama puntarelle. Le puntarelle sono una delle verdure invernali più apprezzate, grazie al loro sapore amarognolo e al fatto che sono un’ottima fonte di vitamina C.

La cicoria è una verdura che può essere utilizzata in diversi modi in cucina: si può mangiare cruda, in insalata, oppure cotta, come contorno. Inoltre, la cicoria è ottima anche come ingrediente per minestre e risotti.

La cicoria è una verdura molto versatile e può essere utilizzata sia in cucina sia in erboristeria. Infatti, le foglie di cicoria sono ricche di sostanze nutritive e di proprietà medicinali.

Le foglie di cicoria sono ricche di vitamina A, C e K, oltre che di calcio, fosforo e potassio. Questa verdura è quindi ottima per la salute delle ossa e delle articolazioni. Inoltre, la cicoria è una delle poche verdure che contengono inulina, una sostanza che aiuta a regolare il metabolismo e a prevenire il diabete.

Le foglie di cicoria sono anche ricche di flavonoidi, sostanze antiossidanti che aiutano a contrastare i radicali liberi e a prevenire l’invecchiamento cellulare.

In erboristeria, le foglie di cicoria sono utilizzate per preparare infusi e decotti che possono essere utilizzati per trattare diversi problemi di salute, come ad esempio il mal di stomaco, la stitichezza e i problemi digestivi in generale.

Inoltre, le foglie di cicoria sono ottime per la salute del cuore e per la circolazione sanguigna.

Infine, la cicoria è una verdura che può essere utilizzata anche come pianta ornamentale. Le sue foglie sono infatti di un bel colore verde scuro e il suo fiore è di un intenso colore viola.

Previous articleRisotto con pere e strachitund
Next articleCrocchette di melanzane
Lara Trevino
Ciao a tutti! Mi chiamo Lara, ho 54 anni e la cucina è la mia più grande passione! Ho creato questo blog con l'intenzione di condividere le mie ricette più gustose, interessanti e...inaspettate! Ho una bellissima figlia di nome Lara che, oltre ad essere davvero intelligente e simpatica, condivide con me l'amore per il cibo e contribuisce attivamente qui sul sito!