Cheesecake

0
12
cheesecake

La cheesecake è uno dei dolci più apprezzati al mondo e la sua origine è incerta. Alcuni sostengono che la cheesecake sia nata in Grecia, altri in Inghilterra, altri ancora negli Stati Uniti.

Si tratta di un dolce molto versatile e può essere servito sia come dessert che come spuntino. La cheesecake è un dolce molto ricco e calorico, ma anche molto goloso e soddisfacente.

Ingredienti per 6 persone:

Per la crosta

150 g di biscotti secchi
40 g di burro morbido
20 g di cacao amaro
20 g di zucchero integrale di canna
1 cucchiaino da caffè di polvere di caffè
1 cucchiaino da caffè di cannella
1 cucchiaio di miele delicato (robinia, acacia)
1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva

Per la crema

200 g di ricotta di pecora
200 g di robiola
150 g di yogurt intero
1 uovo
90 g di zucchero a velo di canna
20 ml di caffè da moka
1 cucchiaino da caffè di polvere di caffè
1/2 cucchiaino da caffè di semi di vaniglia

Guarnitura

250 g di uvaspina
40 di zucchero di canna
80 ml di acqua
a piacere scaglie di cioccolato bianco
Stampo a cerniera da 20 cm di diametro

Preparazione della Cheesecake

Per la crosta
Tritate i biscotti e mescolateli in una ciotola con il burro, lo zucchero, il cacao, il caffè, la cannella, il miele e l’olio. Amalgamate prima con una forchetta e poi con le mani, sfregando il composto fra i palmi per far assorbire bene il burro e l’olio.
Rivestite poi lo stampo della tortiera con carta forno e ricopritelo con il composto sbriciolato pressandolo bene e creando un leggero bordo.
Mettete in frigo per una mezz’ora.

Per la crema
In una ciotola mescolate con una frusta a mano la ricotta con la robiola, lo yogurt e lo zucchero. La consistenza dev’essere liscia, cremosa e senza grumi.
Aggiungete l’uovo e incorporatelo bene. Mescolate il caffè con la vaniglia e la polvere di caffè e unitelo alla crema di formaggio. Togliete la tortiera da frigo e versate sopra la base di biscotti la crema di formaggio.

Infornate a 160°C per 30 minuti, poi abbassate a 150°C e proseguite per altri 20 minuti.
Il dolce sarà pronto quando i bordi saranno leggermente dorati e abbastanza sodi ma il centro ancora morbido e tremolante.

Lasciatelo raffreddare prima di toglierlo dallo stampo, poi trasferitelo in frigo per almeno tre ore. Si conserva, sempre in frigo, per un paio di giorni.

Per la guarnitura
In un pentolino mettete l’acqua e lo zucchero. Fate sciogliere lo zucchero mescolando per un minuto poi unite l’uvaspina. Cuocete la composta a fuoco dolce per una decina di minuti.

Quando pensate di servirla togliete la torta dal frigo almeno 15 minuti prima. Guarnitela al momento di gustarla con la frutta tiepida e scaglie di cioccolato bianco.

Qualche approfondimento sulla Cheesecake

Le cheesecake sono spesso cotte al forno, ma possono anche essere preparate senza cottura, utilizzando una varietà di tecniche diverse.

Si pensa che la prima ricetta di cheesecake conosciuta provenga dalla Grecia e risalga al 4° secolo a.C. Questa prima versione era molto diversa da quelle che conosciamo oggi, essendo più un piatto salato che dolce. Era preparato con formaggio, farina di frumento e miele e veniva spesso servito come contorno o antipasto.

Nel corso del tempo, si è evoluta in un piatto più dolce e le ricette per le cheesecake dolci iniziarono ad apparire nei libri di cucina nel 18° secolo. Queste prime ricette erano spesso piuttosto semplici e contenevano solo crema di formaggio, zucchero, uova e talvolta succo di limone.

La moderna cheesecake come la conosciamo ha iniziato a prendere forma all’inizio del XX secolo, grazie all’introduzione di nuovi ingredienti e tecniche di cottura. La cheesecake di New York è il tipo più popolare negli Stati Uniti ed è tipicamente fatta con crema di formaggio, uova, zucchero e una crosta di cracker Graham.

Altre varietà popolari includono quelle alla ricotta italiana, al matcha giapponese e al quark tedesco. Indipendentemente dal tipo di cheesecake che vi piace, non c’è dubbio che è un dessert delizioso e classico che ha superato la prova del tempo.

Previous articleRotolo di spinaci e mozzarella
Next articleBiscotti avena e cioccolato
Lucrezia Trevino
Buongiorno a tutti, piacere di conoscervi! Mi chiamo Lucrezia e sono la più grande fan di mia mamma! Dopo un diploma in conservatorio ho scelto di affiancare mia mamma e aiutarla con le pubblicazioni sul suo sito, scoprendo in me una passione per il food che mai avrei immaginato! Quando non scrivo ricette qui mi potreste probabilmente trovare a suonare il violino o a passeggiare con il mio cane Tobias.